LA MALATTIA ONCOLOGICA GINECOLOGICA

TI HANNO DIAGNOSTICATO UNA NEOPLASIA GINECOLOGICA? FACCIAMO QUATTRO CHIACCHIERE INSIEME...
Qualunque siano la diagnosi, la prognosi, la risposta alle terapie, non esistono tumori di scarsa rilevanza.
Un tumore rappresenta sempre, per il paziente e la sua famiglia ma anche per i terapeuti, una prova esistenziale molto dura.
L’obiettivo per te e per chi ti cura è garantire il miglior trattamento possibile mantenendo una buona qualità di vita.

I TUOI SENTIMENTI
La maggior parte delle persone si sente distrutta quando apprende di avere un tumore.
Stati d’animo profondamente diversi (shock ed incredulità, rifiuto, rabbia, chiusura in se stessi, isolamento, senso di perdita) 
si alternano.
Partner, amici e parenti spesso hanno bisogno quanto te di aiuto e sostegno per riuscire a gestire i propri sentimenti.
Parla con chi ti sta accanto e con noi per condividere ansie e paure.

COME LA MALATTIA PUO RIPERCUOTERSI SULLA VITA SESSUALE
Gli interventi chirurgici e le terapie a cui la paziente oncologica ginecologica viene sottoposta possono ripercuotersi sulla vita sessuale nei modi più svariati. I problemi possono essere di diversa entità, sia di natura fisica che psicologica.
Alcuni problemi sono facilmente superabili, altri sono di natura più complessa e vanno affrontati con l’aiuto di medici specialisti che attraverso la conoscenza della storia personale di ogni paziente possono aiutarla a ritrovare l’equilibrio perso. Non chiuderti in te stessa e parlane liberamente con il tuo medico oncologo di riferimento.